Ulica:

Localita:

C.A.P.

mi piace
  Contatto
   Editore
   Redazione
  
  „...ovunque dove si lavora il legno...”
Dal mondo
Le segherie diventano sempre più forti
dimensione 
Nonostante la stagnazione inizia a premere sulla società, l’industri del legno russa sta vivendo un vero rinascimento. Il settore del regno sta acquisendo forza. Gli specialisti constatano che è in atto e sarà sempre più visibile l’aumento di tutti i rami del settore del legno.
- L’aspetto del settore del legno in Russia senza dubbio è cambiato – valuta Alexander Oswald, il coordinatore tedesco dell’esportazione in Russia. - In realtà il mercato russo precedentemente era considerato come rischioso e selvaggio. In verità il trasporto illegale del legno in Cina si sviluppa in modo costante, costituisce comunque una piccola parte del settore della trasformazione. 
Secondo gli esami dell’Ufficio Statistico Russo la produzione del legname pregiato aumenta costantemente del 2%, la produzione dei compensati del 1,5 %., la produzione dei pannelli duri del 5 %, e la produzione dei pannelli in truciolato del 3%. In particolare gli indici delle ultime due posizioni sono estremamente alti. L’aumento della produzione si giustifica principalmente dalla elevata richiesta dei mobili russi di qualità. Il motore di traino dell’economia del legno è dunque il settore del legno e dei mobili in costante sviluppo. Oltre 25 000 aziende si occupano della lavorazione del legno in Russia, la loro capacita produttiva ammonta a 35 m3 all’anno. Le piccole aziende si occupano principalmente della produzione del legno (costituiscono il 50% el totale), la loro produzione non supera 5 mila m3. Le aziende più grandi (capacita da 30 mila a 100 mila m3) costituiscono solamente un quinto della produzione totale.

Le macchine per la lavorazione del legno rimangono comunque a livello basso. Solamente il 6% del legname pregiato e dei rifiuti provenienti dalle segherie sono prodotti sul nastro di taglio, il 7% sugli aggregati di taglio, e l’8%- - mediante la sega meccanica. Una grande parte del legno pregiato è prodotta sulla sega a telaio, caratterizzata da un elevato assorbimento dell’energia, da una bassa efficienza e di conseguenza da un prodotto di bassa qualità. Dal 2010 sono costruite numerose segherie, in particolare nelle regioni delle Russia centrale, ad es. in Siberia, nella Repubblica di Carelia e nelle zone di San Pietroburgo. Proprio da quelle regioni una gran parte viene esportata all’estero.
Uno dei prodotti più famosi lavorati in Russia è indubbiamente il compensato. Dal 1998 fino ad oggi la produzione di compensati aumentata di quasi tre volte, e il tempo medio dell’aumento arriva a 12%.    
Wojciech Osiski
wojciech.osinski@gpd24.pl

Le segherie diventano sempre più forti

Nonostante la stagnazione inizia a premere sulla società, l’industri del legno russa sta vivendo un vero rinascimento. Il settore del regno sta acquisendo forza. Gli specialisti constatano che è in atto e sarà sempre più visibile l’aumento di tutti i rami del settore del legno.
- L’aspetto del settore del legno in Russia senza dubbio è cambiato – valuta Alexander Oswald, il coordinatore tedesco dell’esportazione in Russia. - In realtà il mercato russo precedentemente era considerato come rischioso e selvaggio. In verità il trasporto illegale del legno in Cina si sviluppa in modo costante, costituisce comunque una piccola parte del settore della trasformazione. Secondo gli esami dell’Ufficio Statistico Russo la produzione del legname pregiato aumenta costantemente del 2%, la produzione dei compensati del 1,5 %., la produzione dei pannelli duri del 5 %, e la produzione dei pannelli in truciolato del 3%. In particolare gli indici delle ultime due posizioni sono estremamente alti. L’aumento della produzione si giustifica principalmente dalla elevata richiesta dei mobili russi di qualità. Il motore di traino dell’economia del legno è dunque il settore del legno e dei mobili in costante sviluppo. Oltre 25 000 aziende si occupano della lavorazione del legno in Russia, la loro capacita produttiva ammonta a 35 m3 all’anno. Le piccole aziende si occupano principalmente della produzione del legno (costituiscono il 50% el totale), la loro produzione non supera 5 mila m3. Le aziende più grandi (capacita da 30 mila a 100 mila m3) costituiscono solamente un quinto della produzione totale.

Le macchine per la lavorazione del legno rimangono comunque a livello basso. Solamente il 6% del legname pregiato e dei rifiuti provenienti dalle segherie sono prodotti sul nastro di taglio, il 7% sugli aggregati di taglio, e l’8%- - mediante la sega meccanica. Una grande parte del legno pregiato è prodotta sulla sega a telaio, caratterizzata da un elevato assorbimento dell’energia, da una bassa efficienza e di conseguenza da un prodotto di bassa qualità. Dal 2010 sono costruite numerose segherie, in particolare nelle regioni delle Russia centrale, ad es. in Siberia, nella Repubblica di Carelia e nelle zone di San Pietroburgo. Proprio da quelle regioni una gran parte viene esportata all’estero.
Uno dei prodotti più famosi lavorati in Russia è indubbiamente il compensato. Dal 1998 fino ad oggi la produzione di compensati aumentata di quasi tre volte, e il tempo medio dell’aumento arriva a 12%.