Ulica:

Localita:

C.A.P.

mi piace
  Contatto
   Editore
   Redazione
  
  „...ovunque dove si lavora il legno...”
Dalla nazione
Palizzate per le piantagioni italiane
dimensione 
I viticoltori risentono della crisi economica in un grado leggero, per cui nell’azienda Azalia localizzata a Wielka Wieś nei pressi di Wąchock (voivodato świętokrzyskie) la preoccupazione è dovuta alla mancanza della materia prima più che alla mancanza di ordini per i prodotti finiti. Nonostante l’azienda di Wiesława Derlatka ha in programma la produzione di diversi prodotti per il giardino, da alcuni anni il suo prodotto di esportazione sono proprio la palizzate per l’uva, impregnate sotto pressione. 
Dobrze spisuj si obtaczarki producenta ze Supska. Fot. Janusz Bekas
– Ogni mese mandiamo almeno cinque e addirittura dieci TIR verso il sud dell’Europa – afferma Tomasz Derlatka, responsabile della produzione. - Purtroppo l’autunno 2011 per noi non è stato buono, poiché a causa dell’insufficienza della materia prima non abbiamo potuto realizzare tutti gli ordini. Sfruttiamo all’anno circa 10-12 mila m3 di legno S2 e di puntello di legno, ma non siamo stati in grado di acquistare durante gli appalti le quantità necessarie per ottenere almeno un profitto minimo.


 

Nel parco macchine dell’azienda Azalia che si è occupata della lavorazione del legno da alcuni anni, si trovano le tornitrici, le scortecciatrici e le smussatrici a disco, per lavorare i rulli di legno e i picchetti con diametro fino a 140 mm. Si tratta di una scortecciatrice per scortecciare il legno con lunghezza fino a 6 m, poiché una parte dei clienti si decide di acquistare i supporti non impregnati, ma ancora più resistenti.

Il più recente investimento dell’azienda è l’autoclave di lunghezza di 19 m, che rende possibile un impregnamento maggiormente effettivo dei picchetti di lunghezza da 4 a 14 m, acquistati in particolare dai viticoltori italiani.
Janusz Bekas
janusz.bekas@gpd24.pl
tel. 519 516 113

Palizzate per le piantagioni italiane

I viticoltori risentono della crisi economica in un grado leggero, per cui nell’azienda Azalia localizzata a Wielka Wieś nei pressi di Wąchock (voivodato świętokrzyskie) la preoccupazione è dovuta alla mancanza della materia prima più che alla mancanza di ordini per i prodotti finiti. Nonostante l’azienda di Wiesława Derlatka ha in programma la produzione di diversi prodotti per il giardino, da alcuni anni il suo prodotto di esportazione sono proprio la palizzate per l’uva, impregnate sotto pressione. 
– Ogni mese mandiamo almeno cinque e addirittura dieci TIR verso il sud dell’Europa – afferma Tomasz Derlatka, responsabile della produzione. - Purtroppo l’autunno 2011 per noi non è stato buono, poiché a causa dell’insufficienza della materia prima non abbiamo potuto realizzare tutti gli ordini. Sfruttiamo all’anno circa 10-12 mila m3 di legno S2 e di puntello di legno, ma non siamo stati in grado di acquistare durante gli appalti le quantità necessarie per ottenere almeno un profitto minimo.


 

Nel parco macchine dell’azienda Azalia che si è occupata della lavorazione del legno da alcuni anni, si trovano le tornitrici, le scortecciatrici e le smussatrici a disco, per lavorare i rulli di legno e i picchetti con diametro fino a 140 mm. Si tratta di una scortecciatrice per scortecciare il legno con lunghezza fino a 6 m, poiché una parte dei clienti si decide di acquistare i supporti non impregnati, ma ancora più resistenti.

Il più recente investimento dell’azienda è l’autoclave di lunghezza di 19 m, che rende possibile un impregnamento maggiormente effettivo dei picchetti di lunghezza da 4 a 14 m, acquistati in particolare dai viticoltori italiani.